Presepe piumazzo

Italian Dutch English French German Spanish

Situato presso l'antico oratorio seicentesco, il Presepe occupa circa 45 mq. e si contano circa 100 statue animate da movimenti meccanici, che riproducono vecchi mestieri e scene contadine tipiche della Pianura Padana.

 

Quest'anno grazie ad nuovo allestimento scenografico che si sviluppa sui lati, la visione diventa ancora più avvolgente ,suggestiva e quasi teatrale.

Il pubblico troverà tante scene e movimenti nuovi,

un nuovo grandioso mulino dove dalla tramoggia scende sulle macine cereale vero,

e nel buratto più in basso cade farina (vera) e una mugnaia con

il cosiddetto (palozzo) riempie i sacchi .

Poi il venditore di vino alticcio ,una mucca che gioca con 

il boaro e tante altre curiosità.

 

-La Mostra presso le sale parrocchiali questo Natale presenterà:

  • Esposizioni di mulini ad acqua funzionanti che illustrano la storia della macinazione dalle origini fino all'epoca premoderna. Sarà presente un modello funzionante di trebbiatrice azionata da una macchina a vapore da GINO SERRA.
  • Preziosi presepi dell'arte presepiale napoletana ad opera di Pasquale Paciolla e Gennaro Guastafierro.
  • Terracotte policrome ed oggetti lignei creati da Paris Donde, pensionato ed hobbista piumazzese.
  • Piccola collezione di carillon o "scatole magiche" del secolo scorso. Il loro suono antico renderà ancora più magica l'atmosfera della mostra.
  • Inoltre saranno presenti giochi del passato, calendari, libri, cartoline, il mercatino delle "Ragazze del ricamo" e tante curiosità da scoprire.

 

 

 

 

Il presepe fu iniziato verso gli anni ottanta da Massimo Balestri ed Ernesto Bottazzi: il primo mise a profitto le sue grandi capacità di scenografo, il secondo alimentò il presepe con un sofisticato programma auto-costruito.

In collaborazione con il compianto ed indimenticabile Prof.Giovanni Santunione il presepe fu trasportato nell'oratorio, dove ha ancora oggi sede stabile, e fu ridisegnato sulle testimonianze del paesaggio locale.

“Il gruppo Presepe di Piumazzo Giovanni Santunione” prende il nome dal Professore di Lettere che fu uno dei fondatori del presepe stesso. Giovanni Santunione, nato nel 1942 a Piumazzo e scomparso all’età di 66 anni, il 21 febbraio 2009.

Viene ricordato con affetto e riconoscenza da tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerlo, piumazzesi e non: storico locale dalla sagace penna, instancabile ricercatore...

Un incanto. Questa è la parola che ci sembra più adatta per descrivere il grande Presepe Meccanico di Piumazzo: vogliamo ora onorare la maestria, ma soprattutto la passione di chi c’è dietro di esso, Fausto Negrini.

Fausto è nato a Castelfranco Emilia nel 1951 e risiede a Piumazzo da sempre. Dopo l’Istituto Tecnico entra in una importante ditta manifatturiera bolognese; qui si forma professionalmente negli anni, fino ad assumere l’incarico...

Contatti

Resta in contatto con noi ti invieremo tutte le nostre news.